venerdì 18 dicembre 2015

Un layout liberatorio

Lo scorso week-end ho lavorato davvero tanto, ma tanto parecchio assai. Mi era presa la fregola degli album e son partita come un treno a farne uno appresso all'altro sfruttando gli ultimi acquisti che ero impaziente di testare. Arrivata a domenica sera però ero sfinita, non tanto dal lavoro in sé perché scrappare non mi stanca mai, quanto invece dal tipo di lavoro perché non sono abituata a misurare, contare, centimetrare, allineare e così via, cosa fondamentale per progetti di quel tipo che richiedono una buona dose di precisione, così per sfogare in qualche modo tutto il bisogno di pasticciare trattenuta fino a quel momento mi è capitata sotto mano questa foto che Valentina mi aveva scattato a Pordenone e che mi ritrae mentre preparo la base del layout di Olga. Così l'impulso mi è scattato ed è stato irrefrenabile, questo è il risultato e credo che esprima davvero in modo assai esplicito la potenza della carica creativa che mi anima. Guardando questo layout riconosco tutta le pulsioni e interpreto in un certo modo l'esplosione dei colori così come la direzione verso cui si dirigono. Ovviamente è tutto molto soggettivo e può anche apparire alquanto caotico, perché in effetti lo è, ma a me trasmette davvero tanta emozione perché riesco a leggere esattamente in quel caos esattamente quello che volevo esprimere e per me non è poco.
A voi cosa fa pensare invece?
Per farlo ho steso una base di gesso, incrociato un foglio di cardstock che raffigura una tabella contabile e steso i pastelli a cera diluiti con acqua con un foglio di acetato. Ho creato la texture con della pasta modellabile stesa con uno stencil dylusions, timbrato con vari timbri e aggiunto la foto. Un button appoggiato su una frame diapo con un fustellato di un rametto memory box in vellum e il die-cut happy day con qualche puffy sticker completa il tutto. Gocce a random di vari colori per creare ancor più movimento.
Ecco il risultato.